Vela

MEMORIAL degli SPORT NAUTICI

seatide
Nel Tirreno meridionale...


ANTONIO CARAMAZZA di Agrigento

FILIPPO SUZZI di Imola

ANTONIO MICHELE FIORITA di Caltanissetta



ARIEL uno yawl di poco meno di 17 metri era partito da Sciacca il 21 novembre 1997 diretto a Gibilterra.
A bordo erano in cinque. Le previsioni meteo nel basso Tirreno non erano delle migliori per cui veniva deciso di appoggiare su Tabarka in Tunisia in attesa di miglioramento del tempo.
Un forte nord-ovest aveva iniziato a portare la barca molto sottocosta mentre il potente motore necessario per scapolare le scogliere di Capo Negro, che si estendevano sino a due miglia al largo, si era fermato definitivamente.
Era in corso una burrasca con forza otto. La barca che tra l'altro non poteva disporre e manovrare con vele efficienti si schiantava sugli scogli...
Due degli uomini di equipaggio tra cui lo skipper riuscivano a gettarsi in mare e seppur feriti si salvavano.


Il 23 Novembre 1997