Vela

MEMORIAL degli SPORT NAUTICI

romanelli



ANDREA ROMANELLI


nato a Treviso nel 1964
disperso in Atlantico il 3 Aprile 1998


Romanelli era ingegnere aeronautico, progettista di imbarcazioni e navigatore solitario con varie ed importanti esperienze. Lo ricordiamo nell'impresa compiuta nel 1993 durante una regata internazionale attraversando in solitario l'Oceano Atlantico. In quella occasione l'imbarcazione era di appena 6 metri e cinquanta. Il percorso: da Brest a Fort de France in Martinica fu un risultato importante per la vela italiana. A questa esperienza se ne aggiunsero anche altre condotte in equipaggio e su imbarcazioni di alto significato tecnico ed agonistico
ed ecco che...
il 3 aprile 1998 impegnato in equipaggio su Fila, una barca di nuova progettazione che sta effettuando un percorso dell'Atiantico da Sandy Hook (New York) a Lizard Point (Inghilterra) con l'intenzione di battere un record della traversata. A 380 miglia dall'arrivo una tempesta capovolge il mezzo sbalzando in mare Andrea impegnato al timone. E' notte e il mare tocca le scale più estreme, il navigatore non riesce più a riguadagnare ii portello di sicurezza dello scafo capovolto e disalberato (cosa che invece riesce a un compagno) Avrebbe potuto salvarsi risalendo a bordo. Romanelli è stato uno dei rappresentanti più significativi e completi di una nuova generazione di oceanici italiani che hanno portato qualcosa della vela italiana nel mondo delle partecipazioni internazionali.

Andrea Romanelli
Atlantico 3 Aprile 1998