Subacquea

MEMORIAL degli SPORT NAUTICI

Subacquea italiana: una storia in poche righe

Fu per merito di tre pescatori giapponesi e di un professore napoletano che negli anni ’30 del secolo XX si scoprì che si poteva catturare il pesce direttamente sotto la superficie del mare. Le armi e gli attrezzi per quella caccia da semplice lancia ed occhialini evolvono rapidamente: in fucili potenti e precisi come gli arbalète ad elastici, o a molla, o ad aria compressa; in maschere sempre più razionali; in pinne sempre più efficienti. Si passa presto dall’apnea all’uso degli autorespiratori. È possibile così - oltre allo sviluppo della pesca sportiva con i suoi campioni - anche l’ingresso nel mondo sottomarino della fotografia che si perfeziona e permette anche la ripresa in profondità con l’uso di validi illuminatori, prima su pellicola ora con sempre più perfezionate macchina digitali. Grande importanza ha assunto nel frattempo, ai fini della sicurezza, il perfezionamento degli autorespiratori e degli strumenti tecnici di cui può munirsi un numero sempre crescente di nuovi sub. La tecnica subacquea sportiva ha anche reso possibili progressi significativi nella ricerca scientifica e un pubblico sempre più vasto si interessa ormai anche alla semplice osservazione del mondo subacqueo. Grandi campioni dell’immersione hanno conquistato record sbalorditivi di profondità in apnea e con attrezzatura quanto mai sofisticate: oggi gli OTS - Operatori Tecnici Subacquei – dell’off-shore lavorano di routine a quota –250 metri. La difficile raccolta del corallo ha creato - prima di essere severamente regolamentata - veri specialisti che hanno contribuito a migliorare i mezzi adatti alla permanenza e al lavoro nel magico mondo sottomarino. L’ evoluzione nei mezzi tecnici della subacquea ha avuto un grande impulso dalle esperienze compiute durante la seconda guerra mondiale e da pionieri che prima ancora hanno preceduto tutti. Le attività subacquee si sono diffuse i negli ultimi venti anni del secolo scorso, coniugandosi col turismo e oggi sono alla portata di tutti le possibilità di vivere in simbiosi col mondo marino.



I PIONIERI >>