Reparto storico

MEMORIAL degli SPORT NAUTICI

Un naufragio rapido
quello del Surprise!


Avviene nel 1977 a nord delle isole Falkland : a bordo con Ambrogio Fogar c’è il giornalista Mauro Mancini della “Nazione” di Firenze. Hanno avuto pochi minuti, non più di cinque, per raggiungere la zattera di salvataggio che avevano gettato in acqua, mentre la barca affondava. La lotta per sopravvivere durerà 74 giorni, sfiniti e senza cibo resistono lottando sul piccolo microcosmo del fragile battello a cui sono attaccati, vivendo rannicchiati giorni e notti nello spazio angusto, i corpi sempre bagnati mentre le difese si indeboliscono con la fame e l’ angoscia che aumentano. Arriverà dopo questi drammatici due mesi e più , la grande nave nera che li salverà strappandoli al mare cattivo e ai pescecani furenti e scatenati attorno alla zattera . Mauro sfinito soccomberà sulla nave dopo due giorni. La zattera salvata e restaurata ora è esposta a Genova nel Galata, il grande Museo del Mare. Una testimonianza del sopravvivere di questi due uomini che hanno lottato sino alla fine legati da una reciproca stima e amore per la vita. Mauro vicino alla fine disse: “Un’ esperienza la nostra, che può servire anche a chi non naufragherà mai.. Ciò che conta è la volontà di vivere, di non arrendersi , di continuare. In fondo siamo tutti su una zattera!"

Mauro Mancini : Firenze 1927 - Atlantico 1978
nave Mastro Stefanos

Ambrogio Fogar : Milano 1941 - Milano 2005